PIANO DI ZONA TERRITORIALE MONZA BRIANZA 2015-2017

APPROVATO IL PIANO DI ZONA TERRITORIALE DI MONZA E BRIANZA

SOTTOSCRITTO L’ACCORDO DI PROGRAMMA DELLE ISTITUZIONI PER LA REALIZZAZIONE DELLA PROGRAMMAZIONE SOCIALE DEL TRIENNIO 2015-2017

 

Si è concluso nel mese di aprile il percorso di programmazione sociale per il triennio 2015-2017, con l’approvazione del Piano di Zona Territoriale e la sottoscrizione dell’Accordo di Programma per la realizzazione degli obiettivi fissati dalle Istituzioni firmatarie (Comuni, Ambiti, ASL, Provincia).

E’ di grande rilievo politico il risultato “storico” raggiunto attraverso un complesso processo di condivisione e di confronto fra i cinque Ambiti comunali del nostro territorio (Ambiti di Carate, Desio, Monza, Seregno e Vimercate), l’ASL, la Provincia, le Aziende Consortili e il Terzo Settore che ha portato all’elaborazione di un documento unitario di pianificazione, che prevede una sostanziale programmazione generale delle politiche e dei servizi sociali, a livello inter-Ambiti (Piano di Zona Territoriale), che poi si articola attraverso specifiche declinazioni locali (una sezione di piano per ogni singolo Ambito comunale).

Tale risultato, pur essendo del tutto coerente con gli indirizzi regionali per la programmazione sociale (DGR n. 2941/2014), che pongono l’accento sull'importanza di una logica “ricompositiva” del territorio, rappresenta di fatto una “anomalia” virtuosa, non presente in altri territori della Regione Lombardia.

Il Piano di Zona del territorio di Monza e Brianza persegue la finalità ambiziosa di mettere insieme, in una visione prioritariamente globale ed insieme locale, conoscenze e competenze per promuovere maggiore efficacia e qualità dei servizi e degli interventi, creando connessioni non solo tra le politiche sociali e quelle sanitarie, ma anche con le politiche del lavoro e le politiche abitative, che incidono profondamente sulla vita delle persone e delle famiglie.

Il superamento della frammentazione, verso una ricomposizione istituzionale, organizzativa ed operativa, dovrà incidere contestualmente su molteplici piani:

a)  La titolarità delle competenze, che porterà a consolidare tutte le forme di integrazione e di coordinamento delle istituzioni, dei servizi, degli interventi e delle progettualità coinvolte;

b)  Le risorse, per superare il “vincolo” della limitazione e della scarsità, a fronte dei bisogni sempre crescenti, facendolo diventare strumento virtuoso di maggiore condivisione delle politiche e delle azioni;

c)  Le conoscenze, per facilitare in tutti gli attori del sistema una visione d’insieme della domanda e dei bisogni;

d)  I servizi, per facilitarne l’accesso e migliorare i percorsi di presa in carico.

Su questi ultimi due punti, in particolare, la ricomposizione delle conoscenze, facilitata dallo sviluppo delle tecnologie informative, dovrà portare al potenziamento delle modalità di rilevazione delle informazioni inerenti gli utenti e le risorse del territorio al fine di migliorare la capacità di fornire risposte più adeguate ed efficienti ai singoli, alle famiglie e alle istituzioni stesse. Un esempio specifico, la messa in rete della Cartella Sociale unica di tutti i Comuni del territorio, interconnessa con il Fascicolo Socio sanitario dell’ASL (strumenti attivi in via d’implementazione).

Sul piano dei servizi integrati gli obiettivi mirano al miglioramento della valutazione multidimensionale integrata, che rappresenta il punto di snodo e di effettivo governo “pubblico” del rapporto fra la domanda e l’offerta, cruciale in questa fase di crisi economico-sociale per gestire priorità e tempestività delle risposte, tanto più se indirizzate alle gravi fragilità e alle condizioni di cronicità e non autosufficienza.

Un obiettivo di particolare rilievo dell’Accordo di Programma punta sul Progetto di riqualificazione del Presidio Corberi di Limbiate, per le straordinarie potenzialità che presenta per le possibilità di risposta ai crescenti bisogni delle disabilità complesse, specie nell’ambito del disagio psichico.

Un’attenzione particolare, sottolineata nell’ Accordo di Programma, viene assunta dal sistema di Governance del Piano, articolata nei diversi livelli di rete:

  1. A livello di singolo Ambito (relazioni fra Comuni);
  2. A livello inter-Ambiti (relazioni fra i cinque Ambiti del territorio, in cui assumono specifico rilievo le funzioni di raccordo degli Uffici di Piano)
  3. A livello socio-sanitario (l’integrazione fra sociale, sociosanitario e sanitario)
  4. A livello di Sistema (relazioni fra tutti le Istituzioni coinvolte e il Terzo Settore)

Sul livello dell’integrazione socio-sanitaria, rilievo crescente viene assunto dalla Cabina di Regia,

quale strumento di effettiva integrazione delle programmazioni sociali e sociosanitarie, sia sul piano “politico” (Direzione Sociale ASL, Presidenti degli Ambiti, Presidente Consiglio di rappresentanza dei Sindaci), sia sul piano “tecnico” (Dipartimenti dell’ASL, Uffici di Piano, Distretti).

Il monitoraggio del Piano, sviluppato dalla Direzione Sociale, in stretto raccordo con gli Uffici di Piano, servirà ad incrementare quel sistema complessivo di conoscenze, innescato dalla Regione Lombardia e che si alimenta da una dinamica lettura dei bisogni e delle risposte sviluppati dai diversi territori, in piena aderenza a quella dialettica ricompositiva fra centro e periferia, fra globale e locale, che sempre più sta caratterizzando le politiche istituzionali di welfare della Regione Lombardia.

 

ALLEGATI:

-   Accordo di Programma
-   Piano di Zona territoriale 2015-2017
-   All. 1 – Analisi di contesto demografico
-   All. 2 – Analisi della spesa sociale
-   All. 3 – Analisi di contesto
-   All. 4 -  Analisi delle Unità di Offerta Sociali
-   All. 5 – Valutazioni obiettivi ed azioni del Piano di Zona interambiti 2012-2014

-   Piano di Zona – Sezione Ambito di Carate Brianza
-   Piano di Zona – Sezione Ambito di Desio
-   Piano di Zona – Sezione Ambito di Monza
-   Piano di Zona – Sezione Ambito di Seregno
-   Piano di Zona – Sezione Ambito di Vimercate

 


Contenuti correlati:
    Prestazioni e Servizi: