Servizio F.A.D. (Famiglia, Anziani, Domiciliarità)

Dr.ssa Paola Buonvicino
segreteria.famiglia@aslmb.it
telefono 039.2384962

 

Il servizio Famiglia, Anziani e Domiciliarità è una struttura complessa e si articola in tre uffici individuati come Strutture Semplici:

  • Ufficio Famiglia
  • Ufficio Anziani
  • Ufficio Cure Domiciliari

Il Servizio Famiglia, Anziani e Domiciliarità supporta, per l'area di competenza, il Direttore del Dipartimento ASSI nel governo delle funzioni socio sanitarie e socio assistenziali di programmazione e nel raccordo con il Dipartimento PAC per le attività di acquisto di prestazioni socio sanitarie e di controllo delle strutture erogatrici.

Al Servizio Famiglia, Anziani e Domiciliarità sono attribuite le seguenti funzioni aziendali:

  • rilevare, in accordo con Dipartimento Programmazione e Gestione Distrettuale e altri Erogatori pubblici e privati accreditati, gli Enti Locali e il Terzo Settore, i nuovi bisogni emergenti nell' area di competenza;
  • pianificare le linee generali per le risposte ai bisogni rilevati, anche con attività sperimentali, tenendo conto degli indirizzi nazionali e regionali in materia;
  • individuazione linee generali di presa in carico dei soggetti fragili e delle loro famiglie, attivazione di sperimentazioni con gli Erogatori pubblici ed accreditati per la presa in carico socio-sanitaria integrata nell'ambito della rete territoriale (Ambiti e Terzo Settore), monitoraggio e valutazione della presa in carico e creazione di una specifica banca dati;
  • monitorare l'andamento delle attività nei Distretti e degli altri Erogatori territoriali tramite flussi informativi, analisi degli indicatori di attività e rilevazione dei costi;
  • fornire attività di analisi della qualità e appropriatezza delle prestazioni mediante protocolli, counseling, soddisfazione dell'utente.
  • effettuare la pianificazione di settore nell'ambito della definizione dei Piani di Zona, mediante raccordo con le amministrazioni comunali, osservatori e tavoli di lavoro per specifiche attività;
  • garantire la pianificazione circa l'attuazione di leggi di settore: attività di progettazione, valutazione, assegnazione finanziamenti, monitoraggio e rendicontazione;
  • gestire la pianificazione dei servizi eventualmente delegati dagli Enti Locali;

 

U.O. Famiglia
Dr.ssa Paola Buonvicino
segreteria.famiglia@aslmb.it
telefono 039.2384962

L'Unità Operativa Famiglia è Struttura Semplice. Ad esso sono attribuite le seguenti funzioni:

  • rilevare, in raccordo con tutti gli erogatori territoriali (distretti, privati accreditati, enti territoriali) i nuovi bisogni emergenti nell'area consultoriale
  • progettare le risposte agli stessi bisogni anche con attività sperimentali;
  • pianificare le linee generali per la gestione dei servizi rivolti all'utenza nell'ambito dei Consultori familiari tenendo conto degli indirizzi nazionali e regionali in materia;
  • monitorare l'andamento delle attività consultoriali, rese da erogatori pubblici o privati accreditati, tramite flussi informativi, analisi degli indicatori di attività e rilevazione dei costi;
  • effettuare la pianificazione di settore nell'ambito della definizione dei Piani di Zona, mediante raccordo con le amministrazioni comunali, osservatori e tavoli di lavoro per specifiche attività;
  • garantire la pianificazione circa l'attuazione di leggi di settore: attività di progettazione, valutazione, assegnazione finanziamenti, monitoraggio e rendicontazione;
  • gestire i servizi eventualmente delegati dagli Enti Locali, in particolare il settore inerente gli "Affidi"
  • fornire attività di analisi della qualità e appropriatezza delle prestazioni mediante protocolli, counselling, soddisfazione dell'utente.

 

U.O. Anziani
responsabile dr Angelo Marsano
segreteria.anziani@aslmb.it

Responsabile.uffanziani@aslmb.it

telefono 039.2384344

L'Unità Operativa Anziani è Struttura Semplice. Ad esso sono attribuite le seguenti funzioni:

  • gestire le attività di pianificazione dei servizi che la ASL deve garantire alla popolazione anziana anche con attività sperimentali sulla base della rilevazione e quantificazione dei bisogni in raccordo con gli erogatori territoriali, gli Enti Locali e il Terzo Settore anche con attività sperimentali;
  • promuovere attività volte a migliorare la vita del paziente anziano durante la permanenza all'interno delle Strutture per anziani;
  • collaborare alla pianificazione, con il Dipartimento PAC delle prestazioni socio-sanitarie, delle attività di verifica e controllo dei requisiti di accreditamento previsti per le RSA e della conformità alle linee guida regionali dei protocolli da esse adottati;
  • effettuare la pianificazione di settore nell'ambito della definizione dei Piani di Zona, mediante raccordo con le amministrazioni comunali, osservatori e tavoli di lavoro per specifiche attività;
  • fornire attività di analisi della qualità e appropriatezza delle prestazioni mediante protocolli, counselling, soddisfazione dell'utente;
  • elaborare progetti formativi su temi specifici rivolti ai Medici di Medicina Generale e agli operatori del settore;
  • organizzare incontri di informazione e sensibilizzazione con gli operatori del settore su argomenti specifici ad impatto sociale o socio-sanitario.

 

U.O. Fragilita e Cure Domiciliari
responsabile Dr.ssa Vincenza Iannone
segreteria.adi@aslmb.it
telefono: 039.2384257

L'Unità Operativa Fragilità e Cure Domiciliari è Struttura Semplice che afferisce al Servizio Famiglia del Dipartimento ASSI della Direzione Sociale.
Alla U.O. Fragilità e Cure Domiciliari esso sono attribuite le seguenti funzioni:

  • effettua attività di valutazione del fabbisogno socio-sanitario rilevato nella popolazione di riferimento, anche in raccordo con Erogatori pubblici e privati accreditati ed Enti Locali ai fini della programmazione delle Cure Domiciliari (ADI, Cure Palliative, Cure sanitarie sociosanitarie e Dimissioni Protette);
  • progetta le risposte agli stessi bisogni anche con attività sperimentali (presa in carico pazienti SLA, SV, alte complessità clinico assistenziali, modelli di presa in carico a sostegno della domiciliarità, long term care ecc.);
  • definisce e monitora il budget Cure Domiciliari aziendale
  • coordinare le attività tecniche dell’area fragilità e cure domiciliari dei Distretti;
  • applica le linee guida regionali relativamente alla diffusione e gestione delle cure domiciliari e del voucher socio-sanitario;
  • promuovere accordi con le aziende ospedaliere per la gestione delle dimissioni protette;
  • elabora protocolli operativi e di indirizzo e percorsi diagnostico terapeutici assistenziali affinchè venga garantita l'uniformità dell'erogazione delle prestazioni sull'intero territorio pur salvaguardando le specificità territoriali;
  • applica le linee guida regionale in materia di ventiloterapia domiciliare anche raccordando le attività dei medici prescrittori ospedalieri con l'ASL
  • monitora l’applicazione negli ambiti sperimentali nell’area fragilità e cure domiciliari assistenza postacuto, contributo economici a favore gravissime disabilità, assistenza a persone in stato vegetativo.
ultima modifica 21 ottobre 2014

Contenuti correlati:
    Prestazioni e Servizi: