U.O. Programmazione e Raccordo Territoriale

L'U.O. Programmazione e Raccordo Territoriale è Struttura Semplice in staff alla Direzione Sociale. Ad esso sono attribuite le seguenti funzioni aziendali:

  • supportare la Direzione per il raccordo con il Dipartimento PAC e con il Servizio Contabilità e Finanza diretto all'acquisizione dei dati da elaborare per la programmazione dei volumi di prestazioni assi da acquistare nell'esercizio successivo e per la redazione dei documenti del bilancio ASSI e di quello socio assistenziale (annuali e trimestrali);
  • monitorare i flussi di costo indotti dalla mobilità passiva infraregionale collegata alle strutture dell'area ASSI, elaborando i dati ISSAD trasmessi dalle Altre ASL della Regione;
  • elaborare e trasmettere i dati relativi ai flussi aziendali e regionali gestiti dal Servizio Pianificazione e controllo di gestione e dal Servizio PAC;
  • elaborare trimestralmente il debito informativo regionale collegato alla rendicontazione dell'ADI e delle Palliative;
  • monitorare il budget "altri costi" del bilancio ASSI, e i costi per le Cure Domiciliari diretta nell'ambito del budget per i servizi diurni e domiciliari di questo bilancio;
  • procedere agli atti necessari per autorizzare, gestire e controllare l'acquisto di prestazioni in regime residenziale da unità di offerta socio sanitarie ubicate fuori regione per anziani, disabili e assistiti affetti da doppia diagnosi;
  • garantire ai distretti supporto amministrativo nel processi amministrativi collegati all'inserimento di casi complessi all'interno di strutture ASSI ubicate fuori regione;
  • gestire l'istruttoria collegata all'istanza di contributi a favore dei soggetti affetti da SLA;
  • gestire il monitoraggio dei ricoveri di soggetti in Stato vegetativo;
  • procedere all'elaborazione di proposte di convenzione per il riconoscimento di tariffe sanitarie integrative per l'acquisto sul territorio della Regione di prestazioni socio sanitarie caratterizzate da un livello assistenziale superiore, appropriato alla complessità della situazione clinica da gestire;
  • elaborare le proposte di deliberazione della Direzione Sociale;
  • gestire il processo amministrativo finalizzato all'erogazione al territorio del FNPS, del FSR e del FNA;
  • gestire il processo amministrativo conseguente all'assegnazione di ulteriori risorse che a livello nazionale o regionale vengono riconosciute al Dipartimento per l'attivazione o l'implementazione di interventi progettuali specifici afferenti l'area ASSI;
  • elaborare per le amministrazioni comunali il preventivo e il consuntivo collegati alla gestione dei servizi delegati dagli Enti Locali;
  • monitorare i Piani di Zona prodotti dai cinque Ambiti territoriali e supportare la Direzione Sociale e gli Uffici di Piano in tutti gli adempimenti conseguenti;
  • partecipare alla Commissione istituita con atto di deliberazione aziendale n. 745 del 28/12/2006 per l'esercizio del controllo sugli atti delle persone giuridiche di diritto privato ai sensi degli artt. 23 e 25 del cod. civ.;
  • supporta il processo collegato all'attivazione di tirocini aziendali a favore di studenti nell'area universitaria di Scienze del Servizio Sociale, Psicologia, Scienze dell'educazione;

All'interno dell'U.O. sono presenti due Uffici:

  • l'Ufficio di protezione giuridica a favore dei soggetti incapaci
  • l'Ufficio di supporto al Consiglio di Rappresentanza dei Sindaci e all'Assemblea distrettuale dei Sindaci.

L'Ufficio di protezione giuridica a favore dei soggetti incapaci, previsto dalla L.R. 3/2008 e relativa circolare attuativa n. 9 del 27/06/2008, è stato istituito e provvede a:

  • effettuare la ricognizione della situazione degli assistiti;
  • collaborare con le strutture competenti in materia di vigilanza e accreditamento sociosanitario e sociale;
  • garantire Informazione, consulenza e sostegno alla persona e alla famiglia nella fase di presentazione del ricorso per l'istituzione dell'amministratore di sostegno
  • fornire assistenza ai servizi sanitari e sociali competenti nella fase di presentazione del ricorso di cui all'art. 407;
  • gestire i rapporti in questa materia con i difensori civici, gli uffici di pubblica tutela e gli uffici relazioni con il pubblico;
  • gestire i rapporti con le Associazioni di volontariato e con gli altri soggetti del terzo settore al fine di sviluppare conoscenze, competenze, azioni di supporto, che consentano di coinvolgere i volontari adeguatamente preparati e gli enti operanti in questo settore nella gestione delle amministrazioni di sostegno, delle tutele e delle curatele;

L'Ufficio di supporto al Consiglio di Rappresentanza dei Sindaci e all'Assemblea distrettuale dei Sindaci
garantisce il processo di elezione del Consiglio, la verbalizzazione delle relative sedute, la proposta di criteri di riparto tra gli Ambiti di fondi indistinti per la successiva erogazione. Il supporto alla Direzione nell'illustrazione ai sindaci delle DGR Regionali che dispongono assegnazioni di fondi a favore degli Ambiti, attraverso l'approfondimento dei relativi criteri e condizioni di erogazione.

ultima modifica 19 dicembre 2012

Contenuti correlati:
    Prestazioni e Servizi: